Non è una pubblicazione, ma una mera stampata, benché carinissima, del primo libro dell’opera in oggetto. Nel totale i libri sono sei, alcuni già scritti e altri meno per quaranta capitoli in tutto. Una dozzina di copie per questa non-pubblicazione, che ripeto, carinissima, con tanto di carta da lettera filigranata e copertina cartonata eimageccetera eccetera. La questione è che della dozzina la metà suppergiù è diciamo già assegnata ai soliti militi con la quale in questi anni sono stati scambiati pareri, ma l’altra metà è destinata a chinque abbia voglia di cimentarsi nella lettura, sedersi davanti a un bicchiere e dare un parere ragionato sulla cosa. Premetto che, benché lo scrivere di anno in anno sia diventato sempre più abbordabile e alla portata anche di coloro che abbiamo giusto un’infarinatura di letteratura, il parere mi occorre perché potrebbe pur darsi che in taluni frangenti la lettura potrebbe non risultare agilissima. Detto questo, le candidature sono aperte, scrivete in privato o in pubblico o dove vi pare che magari qualche copia la rimediate anche. Fate i bravi.