Buona la prima perottoni, all’auditorium è filato tutto liscio eh, Già, ma siamo ancora in fase “prove generali”, Non male comunque, c’è ancora qualcosa d’aggiustare ma in questi casi, come si suol dire, guai lamentarsi, Già, credo che nelle prossime settimane bisseremo la cosa in giro per quest’urbe ai confini dell’impero, valle dove passa il treno, provincia autistica, contea degli spritz, repubblica delle banane o bel paese se si vuole, vecchio continente. E bravo perottoni, quel che si dice citarsi addosso eh, ma ce l’avete un nome, Un nome bisogna guadagnarselo caro, per ora li chiamo “banda picasso” in nome della combriccola di festaioli che battevano l’ile de france ai bei tempi di una volta, E insomma, perottoni e la banda picasso incluso perottoni, Questa faceva ridere forse a tredicianni, Ma c’è l’hanno un nome questi, come si chiama quello col microfono, Quello si chiama enrico cattani, un figlio della quercia reduce dalla capitolina silvio d’amico, E quell’altro dietro a quella batteria scarnificata, quello è martino benvenuti, or ora rimpatriato dal sud del mondo, E l’ultimo in cima che imbraccia la chitarra, Quello si chiama paolo bazzoli, e spacca i culi, E tu, dove cazzo sei finito, Io ero all’inferno, nel girone dei normodotati e caucasici, eterosessuali d’età maggiore, capaci d’intendere e di volere, di corporatura ordinaria e d’aspetto ordinato, colti e a laureati, abilitati e quant’altro col massimo del voto, con la testa sul collo e un tetto sul capo. Basta cazzate perottoni, allora dov’eri, Te l’ho detto, all’inferno, tra la chitarra e il microfono, appollaiato rasoterra a coprire pedaliere e altre leve e bottoni ameni, alla mercé del più bieco rumorismo, E quegl’altri, chi cazzo erano quegl’altri in sala, I due imbrattatele in tuta bianca erano mateo toblini e alex cattoi, che c’hanno dato con colori, sbreghi, dita, pennelli e acquaragia, mentre gli altri due che giravano per il locale all’audiovideo erano alessio maggiani e giulia di cecco, bersaglio degli special thanks di rito.

Advertisements